Nuove abitudini

neuroni, sinapsi, nuove abitudini.

Avevo appena preso la patente. Salgo in macchina e metto in moto, mi sento rigidissimo e tengo il volante stretto con tutte e due le mani, le spalle sono contratte. E pensare che ho visto tante persone che guidano col braccio fuori dal finestrino, fumano e mandano anche sms, ma come fanno? Sono abituate!!!

Il mito dei 21 giorni

Per molto tempo il riferimento temporale relativamente all’acquisizione di nuove abitudini era legato al numero 21.  Ebbene, si credeva che in soli 21 giorni (tre settimane, quindi neanche un mese), una nuova abitudine potesse essere acquisita ed interiorizzata dal nostro cervello. Ma chi aveva portato in auge questo dato?  Negli anni cinquanta il chirurgo estetico Maxwell Maltz , autore del bestseller “Psicocibernetica”, aveva notato che i suoi pazienti, persone che avevano subito interventi estetici, impiegavano almeno tre settimane ad accettare la loro nuova condizione. Maxwell affermava:

“Questi e molti altri fenomeni comunemente osservati tendono a dimostrare che solitamente si richiede un minimo di circa 21 giorni per trasformare una vecchia immagine mentale e creare una nuova abitudine.”

Da qui  i 21 giorni diventano un riferimento e vengono ricondotti al fatto che in poche settimane si possa modificare o creare una nuova abitudine. Tuttavia Maxwell parlava di almeno 21 giorni, quindi il periodo poteva essere, come riscontreremo in seguito, anche più lungo.

Dai 21 ai 66 giorni

Quindi 21 giorni, per creare nuove abitudini sono pochi? Diciamo di sì.

A sfatare il mito di un così breve lasso di tempo, ci viene in aiuto uno studio pubblicato nell’ottobre del 2010 sull’European Journal of Social Psychology, dove era stato chiesto ai partecipanti di adottare una nuova abitudine (ad esempio bere un litro d’acqua al giorno o fare una camminata). Lo studio ha mostrato che le persone coinvolte interiorizzavano la nuova abitudine, che diventava quindi un automatismo, in un tempo di almeno due mesi, per la precisione in media è stata di 66 giorni.

Non solo questione di giorni ma anche di mielina

Ora entriamo nel merito scientifico. Parliamo della mielina, che cos’è? È una guaina con funzioni isolanti che avvolge gli assoni dei neuroni formando la fibra nervosa. E cosa centra questo con le nuove abitudini?

Si è verificato che la ripetizione di un gesto nel tempo e quindi il passaggio dell’impulso elettrico negli assoni, porta ad un addensamento della mielina. Quest’addensamento produrrà un migliore isolamento ed  un aumento di velocità dell’impulso (fino a 150 m/s) all’interno dei neuroni.

Ciò vuol dire che nel momento in cui la mielina si è addensata negli assoni attivati per compiere il nuovo gesto, questo è finalmente interiorizzato e divenuto automatico.

Quindi quanti giorni?

Non è giusto parlare di giorni bensì di esposizione. In quanto più sarà prolungata e continua la nostra esposizione al nuovo gesto (quindi più impulsi e più mielina addensata) e più velocemente quel gesto diventerà nostro e diverrà una consuetudine.

Infatti, se prendo la patente e poi guido una volta al mese non avrò di certo l’automaticità  del gesto di chi ha preso la patente il mio stesso giorno però guida tutti i giorni. Quindi per interiorizzare un gesto è giusto parlare di esposizione.

E le cattive abitudini?

Partiamo dal fatto che le cattive abitudini non possono essere cancellate senza fare nient’altro. Quello che dobbiamo fare è sostituirle con delle abitudini più virtuose. Vi faccio un esempio: se fumo, smetterò di fumare e sostituirò la sigaretta con l’attività fisica (es. corsa o camminata). Questo è il giusto approccio alle cattive abitudini. Se ti interessa ho scritto un articolo sulla corsa.

GuadagnoVivo

Quindi se vuoi che nuove abitudini facciano parte della tua vita, che sia una semplice e naturale camminata o qualcosa di più complesso come guidare l’auto, la cosa importante e che tu sia regolare e continuo nell’ esporti alla nuova abitudine. E’ questa la chiave per avere un ottimo risultato.

Oggi, infatti, mi trovo a guidare non pensando che sto guidando, mi ritrovo a casa e poi a lavoro senza avere memoria della strada che ho percorso, guidare è diventato parte della mia vita come respirare.  

Bene, ora sai tante cose in più da cui potrai trarre spunto, e  poi non dire che non te l’avevo detto!!!

Molta Esposizione + Mielina = Forte abitudine!!!!   

 56 total views,  1 views today

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione (non ancora presenti nel Blog GuadagnoVivo.it). Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Per maggiori dettagli visita la nostra Privacy Policy e Cookie Policy.